Autore: Sauro Marini

Sinfonia… per un sogno

Sinfonia… per un sogno

I traghetti provenienti dalla Grecia o dalla costa croata che attraccano alle banchine del porto di Ancona attirano sempre molti curiosi, spesso pensionati, che si affacciano al parapetto ad osservare le operazioni di imbarco e di sbarco di TIR e auto. Verosimilmente anche questo della foto è un pensionato che passa un po’ di tempo curiosando. Ma l’associazione del nome della nave e la posa dell’uomo mi hanno fatto immaginare che lui stesse sognando di imbarcarsi per un viaggio per chissà quali orizzonti, magari molto più vasti di quelli dell’Adriatico. Chissà che non ci abbia preso…

Mostra da Foto De Angelis

Mostra da Foto De Angelis

Esposizione di due miei portfolio fotografici, presso la Saletta espositiva di Foto De Angelis, ad Ancona, via Maggini 84, fino a metà novembre.
Per visitare la mostra insieme lasciare un messaggio o sulla mia pagina facebook

“Vita nova”

Un pesante fenomeno sociale dei nostri tempi è quello dei 250mila giovani che annualmente emigrano in cerca di un lavoro e di un futuro.
Se da un lato il richiamo del titolo del portfolio al mondo dantesco mette in luce la positività ed il coraggio di questi ragazzi, dall’altro lato il vuoto lasciato nelle nostre case costituisce un aspetto che segna profondamente la vita in moltissime famiglie italiane ed anche nella società intera.
Questo vorrei raccontare in questi cinque scatti.

“Gente al varo”

Con alcuni amici, negli anni 2011/2012, presso il cantiere navale ISA di Ancona, abbiamo seguito la nascita di un lussuoso yacht, il “Belle Anna”, su richiesta di facoltosi committenti dell’est Europa.
In questo portfolio ho sintetizzato la cerimonia del varo, alla presenza del magnate russo e dei suoi parenti ed amici.
Osservando le immagini qualcuno si chiederà: ma il varo dove sta?
Con espressione abusata si può dire: non ci sono più i bei vari di una volta, quando le navi scivolavano lente dallo scalo lasciandosi languidamente abbracciare dal mare; in questi casi gli scafi, imbragati e sostenuti da grosse gru, vengono calati nello specchio d’acqua sottostante, con una operazione che dura svariate decine di minuti, che ci priva di quel pathos che costituiva il clou dell’evento, e dovendoci accontentare di un semplice sgocciolamento di spumante!


Affacci Ducali

Una veloce visita a Urbino, i torricini che troneggiano su Borgo Mercatale, la risalita della rampa elicoidale, e poi un bel giro del centro e una visita del Palazzo Ducale chenontistancamai…!
Per ora beccatevi questi Affacci Ducali.
Non vi preoccupate, la crescia sfogliata alle verdure ha fatto la sua ottima presenza!

Dalle parti d’Oporto

Capita a volte di trovarsi davanti a panorami fantastici, nei quali ciò che ti si presenta agli occhi ti trasporta in altre dimensioni, incantate, quasi oniriche.
Questa foto risale all’agosto del 2009, un viaggio in Portogallo; siamo “dalle parti d’Oporto” come dice il titolo qua sopra, ore 07:15, le nebbioline del mattino ancora aleggiano tra le valli.
Vedere e scattare è quasi una sola azione, poi un lieve filtro per accentuare (un minimo) i profili della sequenza di colline e valli.


 

Marco Giacinto Pannella

Il 16 luglio 2004 ero a Roma con amici per una toccata e fuga fotografica.
Nella piazza davanti al Parlamento incocciammo in una conferenza stampa pubblica indetta a favore del referendum sulla legge 40 per la fecondazione assistita.
Al tavolo, oltre a Marco Pannella, erano seduti Rita Bernardini, Daniele Capezzone, Marco Cappato, Luca Coscioni, e vari politici ormai passati di moda, tra i quali Antonio di Pietro e Fausto Bertinotti.
Oggi che Pannella ha concluso la sua parabola terrestre ho pensato di ricordarlo modestamente con queste immagini, è un omaggio di poco conto rispetto alle tante iniziative che ha assunto per smuovere e far crescere una coscienza civile tra i cittadini italiani, assopiti da troppi anni di conformismo politico e di acquiescenza a forze politiche e religiose che tenevano il cappello sopra tanti temi politici e di coscienza individuale.
Anche se negli ultimi anni sembrava forse aver perso smalto cadendo in molte contraddizioni, bisogna essergli grati per quanto ha fatto.