AUTORE 25

AUTORE 25

B – RIFLESSIONI ETERNE  /  C – IL RITO DEL FUOCO – LA NDOCCIATA


B – RIFLESSIONI ETERNE

Sepolture opache e consumate,
volti pietrificati, marmi consunti
restano nella cupa ombra
finché spiragli di luce non ne percorrono le linee.
Si rivelano forme pesanti e ricami raffinati e l’acqua,
come specchio fedele, riflette ciò che coglie.
Scorci di memoria eterna di eroiche vite passate,
come suprema promessa all’umana esistenza
Cimitero Monumentale di Pisa


C – IL RITO DEL FUOCO – LA NDOCCIATA

Agnone notte della Vigilia
Da sempre gli uomini temono e amano il fuoco. E’ l’elemento che consuma il sacrificio ma illumina il cammino nelle notti d’inverno.
ll fuoco riunisce le genti in attesa dell’avvento e tutti sono incantati dall’eroe che non teme la “ndoccia” incendiata più grande di tutte.