Dalle parti d’Oporto

Capita a volte di trovarsi davanti a panorami fantastici, nei quali ciò che ti si presenta agli occhi ti trasporta in altre dimensioni, incantate, quasi oniriche.
Questa foto risale all’agosto del 2009, un viaggio in Portogallo; siamo “dalle parti d’Oporto” come dice il titolo qua sopra, ore 07:15, le nebbioline del mattino ancora aleggiano tra le valli.
Vedere e scattare è quasi una sola azione, poi un lieve filtro per accentuare (un minimo) i profili della sequenza di colline e valli.


 

Marco Giacinto Pannella

Il 16 luglio 2004 ero a Roma con amici per una toccata e fuga fotografica.
Nella piazza davanti al Parlamento incocciammo in una conferenza stampa pubblica indetta a favore del referendum sulla legge 40 per la fecondazione assistita.
Al tavolo, oltre a Marco Pannella, erano seduti Rita Bernardini, Daniele Capezzone, Marco Cappato, Luca Coscioni, e vari politici ormai passati di moda, tra i quali Antonio di Pietro e Fausto Bertinotti.
Oggi che Pannella ha concluso la sua parabola terrestre ho pensato di ricordarlo modestamente con queste immagini, è un omaggio di poco conto rispetto alle tante iniziative che ha assunto per smuovere e far crescere una coscienza civile tra i cittadini italiani, assopiti da troppi anni di conformismo politico e di acquiescenza a forze politiche e religiose che tenevano il cappello sopra tanti temi politici e di coscienza individuale.
Anche se negli ultimi anni sembrava forse aver perso smalto cadendo in molte contraddizioni, bisogna essergli grati per quanto ha fatto.


 

“Cucali” a Stoccolma

Noi anconitani, possiamo dirlo, siamo di casa con i “cucali” (o gabbiani come si chiamano normalmente); l’essere circondati dal mare ce li rende più che familiari, non solo sulle banchine del porto ma anche in giro per la città.
Ma quelli che ho visto a Stoccolma vanno oltre ogni immaginazione; Stoccolma sorge su una infinità di isole di tutte le dimensioni ed è quindi intessuta di bracci di mare e di canali anche di notevole larghezza e così i gabbiani riempono il cielo (e strade e piazze) ad ogni ora del giorno e anche di notte, e ti fanno compagnia con le loro strida sgraziate e a volte (dis)umane…
Nella fotografia si vede una piazzetta in pieno centro, animata più dai gabbiani che dalle persone.