FACE PHOTO NEWS 10a EDIZIONE – SASSOFERRATO

Il 21 giugno alle ore 21.00 sarà inaugurata a Sassoferrato la 10a edizione di Face Photo News. Quest’anno avrò l’onore di esporre in una delle sale del Palazzo ex Pretura un mio lavoro “A Scanno con Renzo”, 14 immagini in bianconero sintesi di una giornata trascorsa insieme a Renzo Tortelli e alle donne scannesi nei loro costumi tradizionali. Insieme a me Flavio Petrini esporrà un suo portfolio di 11 immagini a colori “Iran. Ponte Khaju”.
L’Associazione fotografica Il Mascherone fa così il suo debutto a Face Photo News.

Per chi volesse avventurarsi fino a Sassoferrato questo sono giorni e orari di apertura delle mostre di FPN:
– sabato 22 e domenica 23/6 ore 9:00/20:00 orario continuato (io sarò a Sassoferrato sabato e domenica)
– nei giorni da giovedi a domenica: 27-28-29-30 giugno, 4-5-6-7-11-12-13-14 luglio ore 16:30/19,30

 


La particolare bellezza. Il processo creativo del dettaglio in architettura

Mostra fotografica, dal 22 marzo al 22 ottobre 2019 Museo Diocesano di Ancona.
Il museo e la mostra sono visitabili nei giorni di sabato e domenica dalle ore 10,00 alle 12,30 e dalle ore 16,00 alle 19,00.
Per gruppi di visitatori è possibile prenotare visite guidate telefonando al 3208773610

  • Inaugurazione Mostra fotografica "La particolare bellezza", Museo Diocesano di Ancona, 22 marzo 2019

Sauro Marini – dalla presentazione del Catalogo

Capita nella vita di fare senza prestare troppa attenzione al come o al perché.
Fino a che una scintilla fa emergere motivazioni prima sconosciute, e quel fare qualcosa assume una valenza diversa e coinvolgente.
Ho iniziato a fotografare a 15 anni, per curiosità, senza alcuna nozione tecnica o compositiva, ma basandomi solo sull’empirismo che contraddistingue l’età giovanile.

Poi la scintilla. La diffusione della tecnica digitale e la possibilità di gestire i file in autonomia hanno riacceso una passione quasi del tutto sopita e l’amore per l’architettura e per la storia della mia città hanno fatto il resto.
Ho così iniziato a girare Ancona fotografando antiche chiese e monumenti, ma in realtà, mentre scattavo ed esaminavo i prospetti degli edifici storici, ero alla ricerca dell’anima delle pietre, quell’anima che architetti, scultori, capomastri dei secoli scorsi riuscivano a trasfondere nelle opere a cui davano vita.
Non è un risultato semplice da ottenere; in un’epoca in cui la frenesia che fa correre le nostre giornate ci spinge a camminare nei luoghi a noi familiari a grandi falcate, con il tempo sempre stretto addosso, il semplice alzare lo sguardo verso l’alto quando si cammina per i vicoli del centro storico è una vera e propria conquista per lo sguardo e per l’anima.
Avvicinarsi ai leoni del Duomo di San Ciriaco o alla facciata di Santa Maria della Piazza o ai chioccioloni vanvitelliani della Chiesa del Gesù, per osservare da vicino la bellezza dei particolari o le venature dei marmi, consente di entrare dentro quei capolavori, sentirne il profumo d’antico, cogliere l’essenza più profonda di opere che solo una grande cultura e una grande maestria hanno consentito di far giungere fino a noi in tutto il loro splendore.
È questo lo spirito dei lavori in mostra, anche come riconoscimento a chi, nella propria vita e nelle proprie opere, si è lasciato guidare da una fede, da un ideale, riuscendo a lasciare un segno del proprio passaggio terreno ed una eredità artistica che il mondo ci invidia.
Voglio chiudere con un passaggio ripreso dalla presentazione di una mia mostra, che credo mi rappresenti in pieno: “… Un accesso facilitato per chi ha la propensione a volare, ma ugualmente interessante e di stimolo per chi ad oggi non ha osato uscire dalla spiaggia sicura che è il provincialismo d’immagini. Ed è questa la riflessione di chi suole perdersi nell’avventura, di chi ama l’arte e nella lunga convivenza con questa eccezionalità, fuoco per l’anima, cerca senza tregua, tra le sue innumerevoli pieghe, quello che a volte le parole non dicono.” (Cristina Gioacchini, giornalista).

Servizio fotografico di Ivo Giannoni